La metropolitana di New York oppure.. scegli di andare a piedi, in taxi, metro o autobus.

Muoversi con la metropolitana di New York non è difficile ed è il mezzo più veloce ed economico per spostarsi in città. Per non perdersi prima di avere capito come funziona e quindi sprecare parte del nostro prezioso tempo nella Grande Mela ci sono alcuni accorgimenti da adottare e cose da sapere.

Metropolitana di superficie

Alternative alla Metro di New York: il taxi

Volete ricreare l’atmosfera di un vecchio film e sentirvi un vero americano? Allora potete provare ad usare un taxi, uno di quelli gialli intendo! Sì, quelli gialli perché ci sono anche quelli verdi, o Boro Taxi, che servono i Boro ovvero i quartieri più periferici, ma ve ne parlo dopo.

Chiamare un taxi può anche essere l’opzione migliore dopo le 23, specialmente se siete fuori dal centro o lontani dalla metro. La metropolitana in genere non è pericolosa, ma se siete soli e non vi sentite tranquilli un taxi è ok! E poi non dimentichiamo l’esperienza di sentirsi in un film!

Ma come si chiama un taxi a New York?

E’ semplice, basta  stare in strada, alzare una mano e aspettare!. Mi raccomando non mettetevi a fischiare o ad urlare TAXI! Taxiiiiii 🙂

Prima capite se è libero: per questo guardate sul tetto, c’è la scritta TAXI o il numero del taxi stesso, con due luci laterali di solito arancio:

  • La luce centrale è accesa? Significa che il taxi è libero
  • Luce centrale spenta? Taxi occupato, sarà per la prossima
  • Le lucine laterali del tetto sono accese oppure la scritta OFF DUTY è illuminata? La vettura è fuori servizio, ma da buoni italiani alzate la mano ugualmente, magari se l’autista è in anticipo o riuscite ad intenerirlo può darsi che si fermi.

Se non vi sentite sicuri e siete in Hotel chiedete alla reception di chiamarne uno o al portiere – se c’è – di fermarne uno in strada. Non sarà come nella scena di un film, ma l’importante è il risultato.

Quando fermate un taxi controllate che non ci sia qualcuno in attesa prima di voi, rubare il posto non è bello e rischiereste di far arrabbiare sul serio l’altra persona (controllate la statura 😉 ).

Potete anche usare Arro: un’App che consente di chiamare i taxi, di calcolarne i costi e anche di pagare la corsa.

Taxi a New York

Ma quanto costa un taxi a New York?

La tariffa è complicata, ma ce la possiamo calcolare senza diventare matti, se proprio odiate la matematica ci sono le onnipresenti app. Ci sono anche un sacco di siti che fanno i calcoli per voi, a me piace questo: TaxiCalculator.com

Tutti i tassisti accettano la carta di credito, ma se non potete fare a meno di pagarli in contanti sappiate che non accettano banconote di grosso taglio, munitevi di ventini o tagli più piccoli.

La base – o chiamata – parte da $2,50, al quale dobbiamo aggiungere 2,50 dollari al miglio (50c ogni 1/5 di miglio, più o meno 1,56 dollari al Km), più 50c per ogni minuto in caso di traffico lento.

Per i viaggi che terminano in determinate contee ci sono tasse aggiuntive, di solito nell’ordine dei 50 centesimi.

Oltre a tutto questo dovrete pagare tutti i pedaggi dei vari ponti o tunnels che troverete sulla vostra strada. In alcuni orari potrebbero esserci delle sovrattasse, come ad esempio fra le 16 e le 20 dei giorni lavorativi, per il traffico e quindi il maggior tempo impiegato. Di solito c’è la tassa di un dollaro.

All’aeroporto!

Se vi trovate a Manhattan la tariffa per l’aeroporto è fissa, al momento 52 dollari per il JFK, 69,50 dollari per LaGuardia, oltre ovviamente ai pedaggi ed alle mance (calcolate 70 dollari per il JFK tutto compreso).

Se vi trovate in aeroporto e volete fare il tragitto contrario il prezzo è uguale, ricordate che dovrete mettervi in coda nell’area Taxi ed attendere il Vostro turno.

Se vuoi risparmiare chiedi a noi un transfer da/per l’aeroporto

I taxi dei sobborghi di New York: i Green Boro Taxi

I Boro Taxi sono verdi e coprono le zone dove non arrivano i taxi gialli. Ai Green Boro Taxi è consentito prelevare i clienti nella zona nord di Manhattan, nel Queens, a Brooklyn, Staten Island e nel Bronx, con qualsiasi destinazione, ma non è consentito partire da Manhattan.

Green Boro Taxi a New York
Parti per gli Stati Uniti

Sentirsi tecnologici e USAre Uber

Ovviamente occorre scaricare l’app e registrarsi, otterrete subito uno sconto sulla prima corsa. A volte è leggermente più costoso di un Taxi, a volte meno, specialmente se l’autista si trova nelle vicinanze. Potete prenotare un trasferimento anche per il giorno successivo o usarlo in modalità last-minute. E’ ottimo per le zone più decentrate oppure quando non ci sono taxi in vista.

Un consiglio? Non scaricare l’app all’ultimo minuto, ma familiarizza prima di averne bisogno.

Se ti piacciono le app anche i Taxi di New York ne hanno una tutta loro che si chiama CURB e funziona anche in altre città.

Ultimamente un’altra app si è affacciata prepotentemente sul mercato dei trasporti privati, si chiama Lyft – lift in gergo locale significa “un passaggio”, potete provarla e vedere se mantiene la promessa di essere meglio di Uber. Lyft funziona solo negli Stati Uniti.

Per essere veramente di nicchia però dovete usare JUNO, una nuova Startup che al momento funziona solo a New York. Provate l’ebbrezza di essere fra i primi!!

Muoversi a New York con Uber

Ok, ci sono, prendiamo la Metropolitana a New York!

La metropolitana di New York è il metodo più veloce ed immediato per muoversi in città, specialmente negli orari di punta.

La prima cosa da imparare è la direzione dei treni: i treni Downtown / Brooklyn sono diretti a Sud, verso il World Trade Center, o la Statua della Libertà, per intenderci. I treni Uptown / Bronx invece sono diretti a Nord in direzione Central Park, Harlem e ovviamente Bronx.

Ok abbiamo messo un paletto ..  partiamo!

Da cosa partiamo? dai costi, da qualcosa occorre partire!

Primo: l’abbonamento alla metropolitana di New York non è inclusa in nessuno dei PASS

Il costo della corsa singola è di 3 Dollari se comprate un biglietto, 2,75 dollari se usate la Metrocard. A New York non esistono zone tariffarie, quindi il biglietto vale per qualsiasi tratta e cambi illimitati, salvo che usciate dalla metro o che siate diretti all’aeroporto JFK.

La Metrocard

La Metrocard costa 1 dollaro e la potete ritirare ai distributori automatici delle stazioni della metropolitana, pagando in contanti o con carta. Potete ricaricare la Metrocard con l’importo che volete, a partire da 5,5 dollari (2 corse). La card non è personale e se usate le corse singole può essere usata anche da più persone.

Potete in alternativa fare un abbonamento che dura 7 giorni, corse illimitate e costa 32 dollari. In questo caso la tessera è la stessa, ma diventa personale e deve essere usata da una persona sola. Non cercate di fare i furbi, la tessera dopo essere stata passata in una stazione della metro non può essere passata nuovamente nella stessa stazione per 20 minuti, quindi..

Esiste anche una Metrocard illimitata da 30 giorni al prezzo di 121 dollari, non so quanti turisti la usano, solo per informazione.

Qualche curiosità

La metropolitana di New York è lunga 1055 chilometri, con ben 26 linee. Ogni linea può avere più treni, contrassegnati da numeri e lettere. Per fare ancora un po’ più di paura, ci sono ben oltre 450 stazioni che raggiungono molti dei sobborghi, anche i più distanti.

Ogni linea ha un colore, ad ogni colore corrispondono diversi treni indicati con un numero o una lettera. Potete avere un’idea della linea da utilizzare seguendo i colori, ma fate affidamento sui numeri e sulle lettere per sapere di preciso dove vanno i treni.

Inoltre i treni possono essere espressi, più veloci e che fermano solo in determinate stazioni, o locali che fermano in tutte le stazioni. I treni locali sono indicati con un simbolo rotondo del colore della linea, i treni espressi indicati con un rombo. Ma anche qui ci sono delle eccezioni.

Come riconoscere se una fermata è servita da treno locale o espresso? Semplice le fermate servite da locali ed espressi sono indicate da pallini bianchi; le fermate solo locali sono indicate da pallini neri.

Vi consiglio di scaricarvi la mappa della metro e di vedere prima dove volete andare. Potete farlo da qui.

Dopo le 22.30, i treni espressi sostituiscono i locali, ma si fermano in tutte le stazioni, come dei locali. Cosa cambia: nulla, ma non aspettate un treno locale, perché non passerà!

Non preoccupatevi, la metro rimane aperta 24 ore su 24, non resterete a piedi.

Distributori automatici metropolitana di New York
Metrocard di New York

Pianificare il percorso

Potete farlo con la cartina o sul sito ufficiale della metropolitana di New York. Potete scaricare un app. Potete chiedere in hotel.

Se posso darvi un consiglio usate Google Maps, quasi sicuramente è già sul Vostro telefono, uno straccio di wi-fi lo troverete, magari da Starbucks, anche se non avete una sim con i dati. Inserite la destinazione, cliccate sul percorso, poi sul simbolo dell’autobus (che significa mezzi pubblici) ed ecco fatto. Numeri, cambi, orari, tempi di percorrenza, tutto insomma.

per ogni dubbio o problema, cercate un impiegato MTA, ce ne sono in stazione e sui treni.

La metropolitana di New york è sicura?

Le linee della metro sono ben monitorate e non c’è motivo di preoccuparsi. Ovviamente, come ovunque i furbetti ci sono, pertanto non siate troppo sciallati e controllate borse, zaini e portafogli. Fate attenzione la sera tardi se non siete in centro, soprattutto se siete da soli, ma non andate nel panico, la città è sicura se non fate i furbi.

un consiglio da insider: non fissate le persone, non è buona educazione e a volte non è neanche in’idea saggia! 😉

Metropolitana di superficie - Bryant Park
Metropolitana di superficie - Bryant Park
Parti per gli Stati Uniti

Hop-on Hop-off Bus o Bus Sali e Scendi

Potete unire il tour della città al trasporto urbano ed utlizzare uno dei numerosi bus turistici aperti. Non è propriamente un servizio pubblico e non è neanche particolarmente economico, però è comodo, soprattutto se non si ha tanto tempo a disposizione.

L’accesso hop-on e hop-off ovvero sali e scendi è illimitato e segue percorsi studiati per portarti in tutte le migliori destinazioni di New York. E’ ottimo per girare e per conoscere la città senza troppo stress.

Ci sono Pass e abbonamenti per tutti i gusti, incluse alcune attrazioni gratuite. A me piace il NEW YORK Sightseeing PASS che incorpora un pass per le attrazioni con il bus. Sfrutta al massimo il tuo biglietto hop-on e hop-off con i bonus gratuiti inclusi!

Ah dimenticavo..

Se Avete la possibilità potete sempre noleggiare una Limousine e sentirvi veramente un principe o una principessa.

Anche per questo potete chiedere a Me 😉

Limousine a New York

E infine, se potete, andate a piedi!

la casa di FriendsCamminare a New York è il massimo. Vi sentirete piccoli in mezzo agli altissimi grattacieli, ma anche importanti come una star, quando riconoscerete una delle scene famose di un film che avete amato, come ad esempio la casa dove è stata girata la mitica serie Friends (nella foto qui a fianco).

Ovviamente c’è da armarsi di buona pazienza e ottima pianificazione. Occorre avere gambe mediamente allenate, un paio di scarpe comode (anche le calze) e tanto tempo, che risparmierete se userete un mezzo di trasporto. Per contro camminare vi darà modo di vivere la città, di gustarne gli angoli più remoti, di scoprire quartieri tranquilli ed eleganti locali fuori dalle rotte delle masse. Vi potrà capitare di tutto anche di salvare un uccellino che ha appena sbattuto sulla vetrata di un grattacielo.

E infine, alla sera, rientrando in camera alle ore più impensate, crollerete sul letto infischiandovene del jet-lag!! 😉

salvare un uccellino a New York

Per saperne di più

Per saperne di più sui miei viaggi in America date un’occhiata a questa pagina dove sono raccolti alcuni articoli su Stati Uniti ed Alaska.  Se non vi basta potete dare uno sguardo agli ultimi articoli pubblicati oppure cercare nel blog scegliendo dai tag o dalle categorie a vostro piacimento.

Prima di partire per gli USA però consulta questo articolo e magari trova ispirazione con i viaggi che consiglio.

Ti è piaciuto seguimi su Facebook o Instagram, ma se vuoi farmi felice lascia un commento a fondo paginanon è obbligatorio indicare il cognome – e l’email non sarà usati a scopi pubblicitari.

Grazie e a presto!

Seguimi su Facebook e Instagram –>