Gujarat India, prefazione e prime immagini

Gujarat India, viaggiare disinformati.

gujarat india

Gujarat India.

Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e filtri giusti.  Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.

Questo diceva un grande scrittore e fotografo: Tiziano Terzani (consiglio a tutti  di leggere un suo libro)

Ecco: questo è anche quello che penso io. Fotografare tuttavia non è il mio mestiere, solo una passione, pertanto a volte devo scendere a compromessi con il tempo disponibile. E quando sono partito per il Gujarat India il tempo per prepararmi era una delle tante cose che non avevo.

Mi era già capitato altre volte, la prima più di vent’anni fa. In viaggio di nozze infatti ho compiuto il mio primo volo oltre oceano, meta: i parchi del sudovest degli Stati Uniti. Tempo per prepararmi non ne avevo avuto. Il giro era stato deciso sull’aereo: inizialmente avevamo progettato solo che saremmo atterrati a San Francisco e che saremmo ripartiti da Los Angeles. Anche così c’è un grande fascino: il fascino della scoperta, del partire da zero, privi di preconcetti e pregiudizi.

In quel caso in tre settimane pensavo di aver capito tutto degli Stati Uniti, nei miei viaggi successivi invece ho dovuto ricredermi, per conoscere un paese ci va tempo, tanto tempo, più di quello che generalmente si ha a disposizione.

Trarre il meglio dalla situazione!

Questa volta il fascino è stato simile: avevo sentito parlare dell’India e del Gujarat dal mio amico Luca Belis, che posso definire un esperto senza timor di essere smentito, ma non avevo avuto tanto tempo per documentarmi. La differenza è stata che questa volta ero consapevole della mia ignoranza, quindi ho fatto di tutto per adeguarmi e umilmente ho cercato di imparare.

Avevo dei vaghi ricordi, nozioni più o meno corrette, reminiscenze scolastiche e di letture adolescenziali, il resto è stata esplorazione. Ho ascoltato guide improvvisate, monaci e gente locale, mi sono fatto guidare nei vicoli delle città, nei mercati e nelle case della gente, cercando di carpire informazioni e qualche immagine vera. Grazie alla mia guida sono riuscito a entrare in contatto con persone fantastiche e originali. Nei prossimi giorni pubblicherò un po’ di piccole storie fotografiche, qui di seguito invece una breve selezione di immagini dalle strade, il primo impatto per chi arriva in un paese nuovo.

gujarat india

A presto con altre immagini da questo fantastico paese.

Se vuoi altri articoli sull’India clicca qui

Se vuoi altri articoli sul Gujarat clicca qui

(gli articoli potrebbero non essere ancora tutti pubblicati, in questo caso ti invito a ritornare su questa pagina o selezionare un argomento dai tag in fondo alla home page)

By | 2016-10-17T18:48:03+00:00 settembre 9th, 2016|Categories: Asia|Tags: , |0 Commenti

About the Author:

Massimo Basso

Viaggiatore e fotografo, amo girare il mondo in cerca di nuove emozioni. Ho una vera passione per le persone e gli animali, è per questo che sono sempre alla ricerca di luoghi dove è possibile vivere veri sentimenti ed esperienze originali. Iscriviti alla newsletter, clicca qui per rimanere aggiornato sulle novità oppure seguimi su Facebook o su Flickr Le fotografie su questo sito sono copyright © Massimo Basso

Traveler and photographer, I love to travel the world in search of new emotions. I have a real passion for people and animals, that is why I'm always looking for places where you can experience true feelings and original emotions. Subscribe to my newsletter, to get updates or like my Facebook page or Flickr Photos are copyright © Massimo Basso.

Licenza Creative Commons Le fotografie sono (Photos are) © Massimo Basso

Scrivi un commento