Darien Panama, fra oro e danze tribali

Avventura nel Darien Panama, oro e danze tribali.

Avventura nel Darien Panama con gli indigeni Embera’: quello che non ti aspetti

Panama nella mia mente evocava due cose: il cappello Panama e il Canale di Panama, ovvero non vale la pena di andarci. Forse l’ho già detto in un altro articolo. Quindi andiamo avanti 😉 (vedi articolo precedente)

Ho già detto anche che per vedere il meglio di Panama occorre immergersi nella giungla e andare a visitare una delle sette tribù indigene che vivono sul territorio nazionale. Riprendo da dove avevo lasciato, ovvero il villaggio Emberà di Marea.

Se vuoi saperne di più su Darien Panama e leggere altri articoli sugli Embera’ clicca sul tag Panama a fondo pagina oppure segui il blog nei prossimi giorni!! (gli articoli saranno disponibili dal 10 ottobre 2016)

Cosa ci aspetta oggi?

Gli Emberà in passato sono stati sfruttati dagli spagnoli come cercatori d’oro e questa abilità nel cercare il metallo giallo si tramanda ancora oggi di padre in figlio. Ormai di oro nel fiume non ne è rimasto tanto, ma con passione e dedizione si riesce a dare una mano al bilancio familiare.

Risaliamo il fiume e apprendiamo che dall’altra parte rispetto al villaggio c’è una finca (fattoria) di proprietà di gente non del luogo, gente che non coltiva secondo natura e che con i pesticidi uccide la vita del fiume (i bambini sotto i miei occhi pescano gamberetti sotto le pietre, pensate..)

Avventura nel Darien Panama a spasso per la giungla con gli indigeni embera

Proviamo a cercare l’oro?

Intanto i nostri amici improvvisano una corsa all’oro per farci vedere la loro abilità nella ricerca e dimostrare che l’oro c’era – e c’è ancora anche se in quantità insufficienti a giustificare un’industria che lo sfrutti. Ci provo anche io, ma con risultati deludenti

Avventura nel Darien Panama a spasso per la giungla con gli indigeni embera
Clicca per l'immagine a schermo intero
Avventura nel Darien Panama a spasso per la giungla con gli indigeni embera

Il boss 🙂

Durante il ritorno la pioggia ci sorprende sulla piroga, siamo impreparati e l’acqua riesce a bagnarmi completamente, per fortuna che avevo un riparo per la macchina fotografica.

La nostra guida è talmente bagnata che è costretto a stendere anche i soldi nel portafoglio. Mi piace questa foto, mi sembra un narcotrafficante alle prese con un pacco di soldi!!

La ricerca dell’oro

La danza dei bambini

Durante la permanenza al villaggio sono riuscito anche ad assistere alla danza dei bambini.

Le donne hanno preparato tutti i bimbi dipinti con il succo di tagua e agghindati negli abiti tradizionali. Per molto di tempo il governo non ha permesso agli embera’ di andare a scuola vestiti in modo tradizionale e questo ha contribuito a far perdere alcune delle usanze, ma i più anziani stanno cercando di recuperarle.

Anche i tatuaggi nella tradizione avevano un significato e simboleggiavano uno status sociale, come ad esempio il fatto di essere sposato, fidanzato oppure, per le ragazze, di essere in cerca di un marito.

Il reale significato si è perso e nessuno lo conosce più a fondo, ci confessa una delle abitanti più anziane del villaggio, ma anche per questo aspetto perduto ci sono studi per cercare di recuperare.

darien panama

La sicurezza non è ancora uno degli aspetti principali – si vede dai collegamenti elettrici!!

darien panama

La danza dei bambini

Se vuoi saperne di più su Darien Panama e leggere altri articoli sugli Embera’ clicca sul tag Panama a fondo pagina oppure segui il blog nei prossimi giorni!! (gli articoli saranno disponibili dal 10 ottobre 2016)

Commenti

Commenti

By | 2017-05-01T13:51:42+00:00 ottobre 12th, 2016|Categories: Centroamerica|Tags: |0 Commenti

About the Author:

Massimo Basso

Viaggiatore e fotografo, amo girare il mondo in cerca di nuove emozioni. Ho una vera passione per le persone e gli animali, è per questo che sono sempre alla ricerca di luoghi dove è possibile vivere veri sentimenti ed esperienze originali. Iscriviti alla newsletter, clicca qui per rimanere aggiornato sulle novità oppure seguimi su Facebook o su Flickr Le fotografie su questo sito sono copyright © Massimo Basso

Traveler and photographer, I love to travel the world in search of new emotions. I have a real passion for people and animals, that is why I'm always looking for places where you can experience true feelings and original emotions. Subscribe to my newsletter, to get updates or like my Facebook page or Flickr Photos are copyright © Massimo Basso.

Licenza Creative Commons Le fotografie sono (Photos are) © Massimo Basso

Scrivi un commento